mercoledì 25 febbraio 2015

Io contro l'Inps

La legge 243/2004, articolo 1 comma 9, la cosiddetta "opzione donna", in soldoni dice: se entro il 31.12.2015, le donne (dipendenti private) maturano 57 anni di età e 35 anni di contributi  possono andare in pensione.
Contropartita: la pensione è interamente calcolata col metodo contributivo (cioè circa il 30% in meno di quanto spetterebbe con il metodo “standard”).
Poi l'Inps, nel 2012, con una propria circolare, ha cambiato le carte in tavola e bisogna avere 57 anni di età e 35 di contributi entro il 31.08.2014.
Io son fuori per 21 giorni.
E infatti l'Inps mi ha rifiutato la domanda di pensione e non ha risposto nei tempi previsti al mio ricorso on-line, quindi è silenzio rigetto.
Dato che una circolare ha valore zero rispetto ad una legge, mi rimane solo una strada: portare l'Inps in tribunale e, infatti, ieri ho dato mandato all'avvocato.

Ipotizzando che la teoria del pensiero positivo possa funzionare, tifate per me. Grazie.




12 commenti:

  1. Io tifo e faccio gli scongiuri, ti ho scritto solo un'altra volta, sono poco loquace, lo so. Ma sei simpatica e intelligente e te la meriti la pensione, altrochè!
    Tifo da stadio!
    Micaela

    RispondiElimina
  2. In bocca al lupo... Io invece, se va bene e non cambiano ancora le leggi, andrò in pensione a 65 anni con 43 di contributi

    RispondiElimina
  3. Detto così è puro astrattismo contestuale. Prima di intentare un ricorso, sei sicura di avere argomenti solidi per ricorrere?
    perché presntare un ricorso dicendo appunto "Una circolare ha valore zero rispetto ad una legge" non ha molte probabilità di successo.

    RispondiElimina
  4. E vai... che la battaglia abbia inizio e che la vittoria sia totale. In prima fila a fare il tifo.

    RispondiElimina
  5. Ti faccio un in bocca al lupo!!
    Una mia amica con questo scherzetto, dovrà andare in pensione fra 3 anni...
    Ciao, Marisa

    RispondiElimina
  6. ImpiegataSclerata25 febbraio 2015 21:57

    Falli neri!

    RispondiElimina
  7. mi ha fregato il commento.
    Sono solidale e non si discute, non mollare Dalle, se serve mandare la Fornero a quel paese, sappi che Andrea, un mio compagno di lotte, la vuole asfaltare.
    Buona giornata Dalle ;-))
    Tina

    RispondiElimina
  8. @Micaela: ma grazie, i complimenti sono sempre graditi
    @Giulio: se non la spunto in tribunale, io andrò a 62, sempre con 43 di contributi
    @Anonimo: e invece l'eventuale mia vittoria è proprio data dal fatto che una circolare non può modificare una legge, né in bene, né in male; tant'è che le Commissioni Lavoro di Camera e Senato hanno dichiarato, già nel 2013, contra legem la circolare in argomento (che poi il governo non abbia fatto niente per porre rimedio, è un'altra storia)
    @Ruben: grazie, non avevo dubbi sulla tua partecipazione
    @Marisa: grazie
    @Locomotiva: un par de kipli!!!
    @Impiegata: è la mia intenzione e speranza
    @Tina: non mollo, no
    @Redcats: grazie

    RispondiElimina
  9. Povera INPS ne senso di: come sarà ridotta, dopo.
    L'immagine era dell'INPS che andava via con la coda tra le gambe facendo kai kai a termine dibattimento.

    Ma la troppa concisione, a volte...

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.